Vai al contenuto principale
Lions Clubs International Foundation Lions Clubs International Foundation
Vai al piè di pagina

Domande frequenti sull'udito

Domande frequenti sull'udito

section

Come funziona il programma Lions AHAP?
Un Lions Club decide l'idoneità in base al reddito di una persona che soffre di problemi dell'udito; la persona viene sottoposta all'esame di un audioprotesista. Una volta determinato il livello di perdita dell'udito e dopo aver compilato gli appositi moduli, il Lions club invia l'ordine a Lions AHAP, che notifica Rexton, Inc., il produttore degli apparecchi acustici. Gli apparecchi acustici vengono quindi spediti direttamente all'audioprotesista indicato nel modulo d'ordine. L'audioprotesista contatta il paziente per la preparazione ai nuovi apparecchi acustici Rexton.

Le singole persone non possono inviare direttamente a LCIF le richieste per il programma AHAP, che devono invece essere sponsorizzate dal Lions club.

Quali sono i criteri di idoneità?
I criteri di idoneità sono basati sul reddito. I Lions club possono utilizzare le linee guida governative sulla soglia di povertà adattandole all'economia locale. Gli apparecchi acustici sono destinati alla fascia di popolazione che non sarebbe mai in grado di acquistarli.

Se ho capito bene, l'audioprotesista ha bisogno di cavi e di un programma software per adattare l'apparecchio. Dove posso trovare i cavi e il software?
Se l'audioprotesista non dispone dei cavi Rexton o Siemens, segnare le caselle corrispondenti sul modulo d'ordine dell'apparecchio acustico per ottenerli gratuitamente una tantum.

Gli apparecchi acustici Rexton sono dotati di T-coil. Cos'è un T-coil?
Si tratta di una piccola bobina di filo all'interno dell'apparecchio acustico, grazie alla quale l'apparecchio è in grado di raccogliere segnali direttamente. Un T-coil è un efficace metodo per consentire la comunicazione telefonica e con dispositivi di ascolto assistito. Pur con tutta l'efficacia degli apparecchi acustici, molti utenti continuano ad avere difficoltà di udito in varie situazioni. Per questi soggetti, i dispositivi di ascolto assistito si dimostrano impagabili nell'alleviare le difficoltà.

Come fanno gli audioprotesisti a "programmare" o "adattare" l'apparecchio acustico?
Un apparecchio acustico programmabile contiene al suo interno un microcomputer. Il software su un computer desktop invia informazioni a un'unità Hi-Pro, che le inoltra all'apparecchio.

Che significa "adattarsi" agli apparecchi acustici?
Gli apparecchi acustici aiutano a sentire meglio ma non curano la perdita dell'udito. Al primo uso, si pensa che funzionino come gli occhiali da vista: basta indossarli e il mondo si fa chiaro. Non è così. Al cervello serve tempo per reimparare a udire, elaborare nuovi suoni e acquisire dimestichezza con suoni che non ha percepito per anni. Servono dai 30 ai 90 giorni o anche di più per arrivare a sentirsi a proprio agio con l'apparecchio.

Quali sono i tipi di perdita dell'udito?
Nei casi di perdita dell'udito, non solo i suoni sono attutiti, ma è anche difficile cogliere il parlato. La presenza di rumori e la distanza esacerbano il problema. La perdita dell'udito è dovuta al danneggiamento delle cellule ciliate nell'orecchio interno. La deprivazione sensoriale fa sì che il cervello perda la capacità di elaborare i suoni.

La perdita dell'udito si misura in base al grado di forza necessario perché un suono venga udito dal soggetto. È comune il caso di più gradi di perdita dell'udito. I livelli sono identificati come: lieve, moderata, moderatamente grave, grave e profonda.

  • Udito normale: 0-25 decibel (dB)
  • Lieve: 25-40 dB per gli adulti, 15-40 dB per i bambini
  • Moderata: 41-55 dB
  • Moderatamente grave: 56-70 dB
  • Grave: 71-90 dB
  • Profonda: 90 dB o superiore

Cos'è un audiogramma?
Un audiogramma è un grafico che illustra i risultati del test dell'udito e mostra quanto una persona sia in grado di percepire suoni su diverse frequenze.  Gli audioprotesisti si servono dell'audiogramma per programmare gli apparecchi acustici.

Chi prescrive gli apparecchi acustici?
Sono autorizzati alla prescrizione degli apparecchi acustici gli audiologi o i professionisti accreditati BC-HIS (board certified hearing instrument specialist).

Di cosa si occupa un audiologo?
Un audiologo è un medico laureato che si occupa della diagnosi e del trattamento dei problemi dell'udito di individui in tutte le fasce di età. Dal 2007, negli Stati Uniti gli audiologi devono conseguire un dottorato in audiologia presso un'università accreditata. Gli audiologi possono inoltre ottenere l'iscrizione all'albo nazionale. Per tutti gli stati è richiesta una licenza.

Cosa si intende per BC-HIS (board certified hearing instrument specialist)?
Il termine indica un soggetto autorizzato a prescrivere apparecchi acustici che ha superato l'esame di Stato. La formazione prevede l'attività sotto la supervisione di un soggetto autorizzato per 2 anni come requisito per sostenere l'esame.

Perché tornare dall'audioprotesista poche settimane dopo aver ricevuto gli apparecchi?
Gli apparecchi acustici vengono regolati per adattarsi allo stile di vita delle persone.  Dopo averli portati per qualche tempo, l'utente identifica le aree in cui ha difficoltà a sentire. L'audioprotesista regola l'apparecchio di conseguenza. Per questo sono in genere necessarie più visite di follow-up, di norma eseguite gratuitamente.

Perché consultare un otorinolaringoiatra?
Alcuni tipi di perdita dell'udito possono essere corretti. Gli audioprotesisti non sono qualificati per decidere cosa sia trattabile a livello medico. La decisione spetta a un otorinolaringoiatra, un medico specializzato nella diagnosi e nel trattamento delle malattie dell'orecchio, del naso e della gola.  In molti stati è prevista la visita di un medico come condizione preliminare all'acquisto di apparecchi acustici.

Perché eseguire checkup annuali dell'udito?
I check-up identificano eventuali variazioni nell'udito. Gli apparecchi acustici programmabili vengono adattati alla nuova situazione. Per gli apparecchi non programmabili potrebbe essere necessaria la sostituzione. I check-up sono inoltre un'occasione per la manutenzione dell'apparecchio acustico. I tubicini deteriorati e ingialliti vengono sostituiti, così come, in alcuni casi, le chiocciole. L'audioprotesista esegue inoltre un'accurata pulizia dell'apparecchio per prolungarne la vita utile.

section

Vai all'inizio